• foto_arte.jpg

Bisogna usare solo lo spazzolino o anche il filo interdentale? e per quanto tempo devo spazzolare i denti? quante volte al giorno?

L’educazione e l’addestramento all’igiene orale è un po’ il cuore della prevenzione delle malattie del cavo orale. Educare un bambino ad eseguire correttamente e costantemente le manovre di igiene significa quasi sempre assicurargli la salute della bocca per tutta la sua vita. L’insieme delle azioni che ci prefiggiamo di mettere in atto parte dalla sensibilizzazione dei genitori, di cui questo progetto è il fine principale.

I genitori devono essere consapevoli dell’importanza di portare il proprio bimbo dal dentista, di seguire i consigli che vengono dati e aiutare il bambino a praticarli. Le prime sommarie operazioni di igiene orale iniziano subito dopo la nascita, quando ancora non sono spuntati i primi dentini e si eseguono semplicemente passando una garza umida sulle gengive dei piccoli. Dopo l’eruzione dei primi denti ci si aiuta con il primo piccolo spazzolino, utilizzato dai genitori per rimuovere la placca e dal bimbo per gioco.

Gradualmente, col completarsi della dentatura e con la maggiore autonomia del bambino, l’aiuto si trasforma in controllo e motivazione. E’ utile utilizzare una piccola clessidra che indica il tempo minimo da impiegare per la pulizia serale. Gradualmente viene inserito l’utilizzo del filo e poi, eventualmente, dello spazzolino monociuffo o di altri strumenti consigliati dal dentista. 

Lo spazzolino cresce insieme al bambino: per ogni età esistono spazzolini diversi e adatti alla relativa dentatura. Anche i dentifrici cambiano a seconda dell’età. 

Giorgino, l'elefante bambino, usa ogni giorno il suo bello spazzolino.