• foto_arte.jpg

Che cosa significa Prevenzione? Che cos’è la pulizia dei denti?

L’atto della “pulizia dei denti” è un po’ il simbolo dell’insieme più complesso di azioni necessarie per praticare  correttamente la prevenzione delle malattie della bocca e dei sistemi ad essa correlati. Sia perchè costituisce di per sé un evento di prevenzione nei confronti delle più diffuse malattie della bocca (carie e malattia parodontale), sia perchè rappresenta un’occasione di ispezione e di controllo del procedere dell’eruzione dei denti e della permuta, delle modalità di crescita scheletrica e dell’evolversi delle abitudini alimentari e comportamentali in genere del bambino.

Questa sana abitudine di recarsi con una periodicità rigidamente scadenzata dal dentista rappresenterà, nella vita di adulto, un’arma fondamentale per prevenire malattie più insidiose  e pericolose, come la piorrea e le lesioni delle mucose orali potenzialmente a rischio di trasformazione. La seduta di pulizia dei denti in un bambino consiste fondamentalmente nella rimozione del tartaro accumulato attraverso l’utilizzo di strumenti manuali ed ultrasonici; con coppette, striscette e spazzolini si rendono le superfici dentali lisce e meno ritentive verso la placca batterica.

Si rinnovano e correggono le istruzioni di igiene orale e viene rinforzata la motivazione dei bimbi stessi e dei loro genitori. Si verifica  attentamente che non siano insorte carie e che gli eventuali restauri già eseguiti siano in condizioni adeguate. Vengono applicate paste o gel al fluoro per rinforzare lo smalto dei denti. Vengono controllati i parametri macroscopici della crescita, la funzione della deglutizione e l’evoluzione della permuta. Viene pianificato l’intervallo dopo il quale la segreteria dello studio richiamerà per un nuovo appuntamento di controllo o di igiene.

Piero, il pesce sincero, ogni tanto va da Artile, il calamaro gentile, a farsi pulire tutti suoi dentini.