studiopietroniro

Articoli

Abbasso la minestrina

Un intervento come tanti, come ne facciamo a decine. La paziente la conosco ormai da qualche anno, dirige il museo di matematica della Sapienza. Anni fa la misi in contatto con la maestra elementare di mia figlia perché concordassero una visita della classe al suo museo. Alla fine le solite raccomandazioni sul ghiaccio da tenere nelle prossime ore, l’igiene e gli antibiotici. Anche un breve cenno alle restrizioni della dieta: e qui, del tutto inatteso, con tono ribelle e fare ardito: “ Dotto’, le minestrine se le mangi lei”. Fu così che, battuta dopo battuta, venne fuori l’idea del piccolo manuale di cui vedete la copertina. E’ un insieme di ricette che hanno tutte un unico denominatore comune: essere adatte anche a chi, per impedimenti masticatori transitori, debba evitare cibi di consistenza elevata.

Qui voglio aggiungere solo un paio di riflessioni alle note introduttive che la Prof.ssa Di Palma ha inserito nel manuale. La prima riguarda la frenesia di un certo tipo di moderna odontoiatria che, in alcuni suoi eccessi, pur di aderire a tendenze di moda, spinge i piani di trattamento così vicino ai limiti della predicibilità, e spesso oltre, come se fosse giustificato proporre comunque ai pazienti il trattamento più veloce e più confortevole, a prescindere dalle corrette indicazioni. Mi riferisco, ad esempio, alla eccessiva facilità con cui vengono proposte inserzioni degli impianti contestualmente all’estrazione dei denti e ad alla loro immediata protesizzazione. Metodiche peraltro di straordinaria utilità quando utilizzate in presenza dei corretti presupposti clinici.

La seconda si riferisce più specificamente ai contenuti del nostro piccolo manuale. Noi odontoiatri enfatizziamo spesso i risultati estetici delle nostre terapie. La parola “sorridere” ricorre sempre di più negli spot pubblicitari e negli slogan degli studi odontoiatrici. E ovviamente anche del nostro. Direi che con questo breve opuscolo abbiamo aggiunto, magari dopo una virgola, anche la parola “gustare”. “Sorridere, gustare”. In fondo la nostra bocca ci serve anche per questo, tenerla in salute ci aiuta a godere dei mille sapori che la natura e la nostra capacità di mescolarli ci danno.

A tutti i nostri pazienti verrà donata una copia del nostro libricino. Provate e raccontateci. Sorridete e gustate.
Stefano Pietroniro 

Virtual Tour

Da Settembre potrai entrare nel nostro studio direttamente da google map e fare un tour virtuale dal tuo computer, tablet o smartphone