• foto_arte.jpg

Sai che se questo animaletto arriva in fondo con il suo buchetto, il dentino può cominciare a far male?

Il dolore , nel corso di lesioni cariose, è molto variabile. Può essere del tutto assente anche in lesioni di grandi dimensioni; oppure presentarsi anche nel caso di una carie iniziale. In età pediatrica la carie colpisce più frequentemente i denti decidui, ma anche i primi molari permanenti  che, come abbiamo visto, erompono intorno ai 6 anni, possonoo esserne affetti. Il dolore può essere lieve, riferito dal bimbo come un fastidio, oppure molto severo, tale da costringere alla somministrazione di un analgesico, p.es il parcetammolo (tachipirina).

Una carie molto profonda può causare un ascesso, cioè una raccolta di materiale purulento in prossimità della radice del dente coinvolto. In questi casi è spesso visibile un rigonfiamento della gengiva e, a volte un gonfiore visibile anche dall’esterno sulle guance.  

La terapia farmacologica è sintomatica; la risoluzione del problema avviene solo dopo l’intervento dell’odontoiatra. La terapia è rappresentata dalla rimozione del tessuto cariato e la sua sostituzione con appositi materiali resinosi. Nei casi in cui la carie abbia coinvolto la parte più profonda del dente, la polpa, sarà necessaria la devitalizzazione del dente, sia esso un dente da latte o un dente permanente.

Un bimbo inserito in un corretto programma di prevenzione non dovrebbe mai arrivare a sentire un dolore causato da una carie.

Marietto, l'elefante imperfetto, oggi ha un gran mal di denti.