• foto_arte.jpg

Se faccio uno sport in cui posso prendere dei colpi, posso proteggere i miei denti con un paradenti?

L’incidenza dei traumi a carico del viso è in costante aumento in età pediatrica e rappresenta una parte importante delle problematiche a carico dei denti da latte e dei giovani denti permanenti.

E’ importante sensibilizzare genitori, ragazzi e istruttori sportivi all’utilizzo dei paradenti. Sono dispositivi in silicone, personalizzati e adattati a ciascuna bocca dal dentista, oppure acquistabili in farmacia, da indossare durante l’attività sportiva a rischio. I denti maggiormente coinvolti in caso di trauna sono gli incisivi superiori. Può accadere che si fratturino, che vengano completamente avulsi dall’alveolo e che, quindi, cadano, oppure che si intrudano, cioè che si approfondiscano all’interno dell’alveolo. Nei casi più gravi è possibile che il trauma fratturi una parte dell’osso alveolare.

Il comportamento corretto del genitore o dell’istruttore è quello di recuperare il frammento di dente o il dente avulso, conservarlo in una scatolina o in una bustina con acqua, procedere alla pulizia e disinfezione della zona ferita e rivolgersi tempestivamente al proprio dentista. I traumi dentali, anche quando non comportano fratture, possono avere conseguenze a lungo termine sui denti colpiti; è consigliabile, quindi, riferire sempre al dentista questi eventi così che egli possa mettere in atto le misure adatte a monitorare i denti coinvolti.

Gigino, il giraffo che gioca terzino, quando calcia il pallone si mette sempre la maglia e i pantaloncini della sua squadra del cuore... e anche il paradenti.